Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei

“percorsi multidisciplinari per la ricostruzione dell’ alimentazione delle popolazioni antiche”


L’affermazione “Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” attribuibile ad Epicuro di Samo (341-270 a.C.) trova nello studio dell’alimentazione delle popolazioni del passato una grande verità.

L’attività didattico-formativa ha l’obiettivo di illustrare agli alunni una ricostruzione dell’alimentazione dei popoli antichi, partendo dalle fonti storiche per poi arrivare a metodologie scientifiche che ci permettono di risalire a quello che mangiavano i nostri antenati.

Lo studio dei reperti ossei archeologici, che rappresentano un vero e proprio archivio biologico, permette di scoprire la “paleodieta”, cioè l’alimentazione del passato (vegetariana, mista o con largo consumo di carne), e fornisce informazioni circa l’organizzazione sociale, i comportamenti e l’economia delle popolazioni antiche studiate.

Saranno presentati agli alunni le metodologie di preparazione e analisi dei campioni, mediante una esperienza diretta di indagine scientifica sui reperti ossei, a partire dal prelievo del reperto sullo scavo fino alla analisi in laboratorio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.